Menu

Un’altra trovata all’Italiana.

Noi siamo ancora una volta indignati e schifati, di come viene trattato il popolo marittimo italiano.
Infatti, dopo il convegno organizzato dalla nostra Associazione sul tema “Italia Marittima, Quale Futuro”, tra l’altro organizzato in modo esemplare, con grande successo di partecipanti e con una Presidenza importante, per il quale, considerata l’importante tematica, avevamo invitato tutti i massimi esponenti del settore marittimo tra cui il Ministro DEL RIO, il Dott. PUJIA, l’Ammiraglio GIARDINO, il Presidente di CONFITARMA, FEDARLINEA, il Senatore COCIANCICH, esponenti Sindacali Nazionali di CGIL, CISL e UIL oltre agli esponenti Nazionali dei Sindacati Autonomi, ed Associazioni di categoria, oggi apprendiamo dai giornali che, Lunedì 17 c.m., a Napoli, presso la stazione marittima, ci sarà un “Importante Convegno” organizzato dalla Associazione “ALIS” su: “IL RILANCIO DEL MEZZOGIORNO ATTRAVERSO LA LOGISTICA INTERMODALE SOSTENIBILE “ attraverso il cabotaggio insulare, continentale ed Europeo.
Il convegno è stato organizzato da Guido GRIMALDI (Presidente ALIS) e prevede la partecipazione del Ministro DEL RIO, del Direttore Generale del MIT Enrico Maria PUJIA, di 9 Presidenti e del Controammiraglio del Comando Generale delle Capitanerie di Porto Piero PELLIZZARI. Quanti nomi illustri quante chiacchiere, ci sarà addirittura come moderatore Bruno VESPA, grandioso!!!.
Tutto ciò dimostra, ancora una volta, come viene preso in considerazione il marittimo italiano, quale scarsa attenzione pongono questi “Signori” riguardo il reale futuro dell’ Italia marittima. Se ne fottono tutti altamente se ha fame e non trova lavoro, loro badano ai gettoni di presenza nei convegni che “contano” no nei convegni di quattro morti di fame che però, a differenza di questi signori, vivono realmente e con grandi sacrifici e spesso sofferenze il duro lavoro di chi va per mare.
Ora il Signor GRIMALDI lei parla di “Intermodalita”, parla di cabotaggio insulare, continentale ed europeo, parla dell’applicazione di “Mare Bonus” come cosa buona per rilanciare le autostrade del mare ecc…..Ma noi ci domandiamo, per non fare polemica, come mai lei Presidente tutto ad un tratto ha cambiato idea? Lei che fino a ieri le, in varie conferenze stampa, ha sempre sostenuto che applicare gli emendamenti “COCIANCIH” rappresentava un danno per l’intera marineria italiana e che, non appena questi sarebbero stati approvati lei avrebbe dovuto mettere a terra i famosi 1500 marittimi italiani che aveva a bordo delle sue navi, Lei, cosa dice di tutto questo?
Lei, Sig. Presidente, ha trovato il “vicolo” dove infilarsi per non perdere gli incentivi di Mare Bonus. Lei uomo sagace è spregevole ha trovato il modo di i bidonare un’altra “Associazione” per suo comodo, parliamo di CONFITARMA, dalla quale tutti vogliono uscire a causa della sua politica da “AL CAPONE”.
Noi Lunedì alla stazione Marittima di Napoli ci saremo più incazzati che mai, per dire al Ministro e a tutti i signorotti che avete radunato, che è finita l’epoca in cui lo “scemo” marittimo sta zitto.

No comments

Lascia un commento

Firma la petizione di Vincenzo Onorato

NUMERO DI ISCRITTI 3196

Marittimi, l’intervista esclusiva all’armatore Vincenzo Onorato

link News e informazione

vimeo tvcity
tvcity
banner
banner
banner

Qr-code Mappa come raggiungerci

qrickit