Menu

FINALMENTE UNA GRANDE NOTIZIA PER IL POPOLO MARITTIMO ITALIANO

FINALMENTE UNA GRANDE NOTIZIA PER IL POPOLO MARITTIMO ITALIANO

Ieri abbiamo appreso con grandissima soddisfazione, che il Consiglio dei Ministri del 27/10/2016, ha approvato il decreto legislativo del Senatore COCIANCICH che limita i benefici fiscali del Registro Internazionale alle sole navi che imbarcano unicamente equipaggio italiano e/o comunitario e che regolano anche l’imbarco dei marittimi extracomunitari nei servizi di cabotaggio .

Finalmente un Governo che ha avuto le idee ben chiare e precise per porre fine alle lobi imprenditoriali e sindacali, a riguardo dell’applicazione della legge 30/98 sulle navi italiane a discapito dei marittimi italiani.

Nella nota che il Governo ha emesso ribadisce che “L’efficacia delle misure introdotte è subordinata alla preventiva autorizzazione della Commissione Europea. E’ previsto altresì uno specifico monitoraggio sugli effetti del provvedimento, al fine di introdurre eventuali dispositivi correttivi” e inoltre il Governo ha deciso un periodo transitorio di diciotto mesi per “Consentire la notificazione e dare tempo al settore per l’adeguamento alle misure, se autorizzate dalla Commissione”.

Quindi in sostanza il Governo, che ha approvato in pieno il decreto originale presentato dal Senatore; le compagnie devono imbarcare solamente marittimi italiani e/o comunitari su tutti i traghetti che operano sulle rotte nazionali, anche se prima o dopo uno scalo in un porto italiano ne fanno uno all’estero.
Naturalmente tutto questo ha scatenato una reazione furiosa di Emanuele GRIMALDI, il quale ha minacciato di mettere sotto altra bandiera di comodo le sue navi e di mettere a terra i famosi 1500 marittimi italiani.
Bene Presidente, innanzitutto lei perde i benefici fiscali previsti dall’Italia e poi vedremo in che modo le passa sotto altre bandiere di comodo visto che lei ha costruito le sue navi con quello che ha risparmiato con la defiscalizzazione prevista dalla legge 30/98 ?; su questo stia tranquillo saremo più vigili che mai.

Al Governo e in particolare al Senatore COCIANCICH, diciamo un FORTE e grande GRAZIE per aver finalmente reso giustizia per un settore fortemente penalizzato, grazie ad una cattiva interpretazione di una Legge (30/98) che era nata come incentivo all’occupazione marittima italiana e comunitaria e che invece si è rilevata una manna per CONFITARMA e sindacati.

Al Governo, auspichiamo di riesaminare il periodo transitorio dei 18 mesi come definito in precedenza, poiché la platea marittima italiana con circa 1.000.000 di matricole di cui solo al Sud ci sono 615.000 matricole e che solo al Compartimento Marittimo di Torre del Greco (Primo in Italia) se ne contano più di 105.000 matricole;  non può più aspettare ansiosa per una così grande decisione.

l popolo marittimo di questa città è ridotto alla fame, siamo quotidianamente a contatto con le famiglie disagiate di questi lavoratori che vengono a chiedere il pagamento di bollette per la luce o ancora più triste e che vengano a chiedere una spesa alimentare, questa e la drammatica verità.

La nostra Associazione rimane sempre a fianco di questa gente e cerca, nei limiti del possibile, di aiutare ad affrontare la vita quotidiana che è molto ma molto dura.

 

4 comments

  1. Antonio Passarelli scrive:

    Grazie per quello che state facendo io sono un cuoco e lavoro sulle navi dell’Ilva esattamente ilva servizi marittimi vorrei sapere se c’è la possibilità che la vostra associazione possa aprire anche a Taranto un vostro ufficio in attesa di una vostra risposta vi mando i miei saluti ringraziandovi ancora una volta per quello che fate

    • Ciro Raiola Ciro Raiola scrive:

      CARO AMICO BUON GIORNO,
      TI RINGRAZIO DI QUELLO CHE HAI SCRITTO, NOI CI STIAMO IMPEGNANDO E CI IMPEGNEREMO SEMPRE A DIFESA DELLA DIGNITA’ DEL MARITTIMO. OGGI NELLA NS. ASSOCIAZIONE ABBIAMO OLTRE 1600 MARITTIMI ISCRITTI TUTTI MOTIVATI E PRONTI A COMBATTERE PER LA TUTELA DEL LAVORO ITALIANO SULLE NAVI, SEGUACI SEMPRE SUL NOSTRO NUOVO SITO. A RIGUARDO DELLE DELEGAZIONI, NE SAREMO ORGOGLIOSI DI APRIRE UNA NOSTRA SEDE NELLE VARIE Città DI MARE IN ITALIA. CI HANNO SCRITTO DA PARECCHIE PARTI D’ITALIA CHE VOGLIONO APRIRE DELEGAZIONI. E COME ABBIAMO RISPOSTO A CHI CHIEDEVA ABBIAMO DETTO CHE BISOGNA PRIMA ISCRIVERSI PRESSO DI NOI E POI CHI VUOLE ESSERE DELEGATO DELLA CITTÀ’ DI APPARTENENZA DEVE DARCI OPPORTUNI DOCUMENTI E VENIRE A CONOSCERCI.
      NEL RINGRAZIARTI DEL TUO COMMENTO, TI INVIO CORDIALI SALUTI

  2. Fabio Papa scrive:

    Ecco non solo i Marittimi di TORRE del Credo anno diritto ad imbarcare perché loro fanno parte in gran numero sulle Navi Italiane ….io sono di Livorno con libretto di 1 categoria da oltre 20 anni con i corsi….sprovvisto di IMO solo perché non riesco ad imbarcare su nessuna Nave e vorrei capire come possibile che sulle Navi passeggere del porto di Livorno imbarchino al 95% 100 solo marittimi del Sud io vorrei capire ciò. …non vorrei mettere dovermi adoperare x far chiarezza su questo xche anche io ho diritto ad un.lavoro e visto che questa legge e passata date modo di lavorare anche ad altri non come voi stesso avete confermato che un paese intero fa parte della maggioranza dei marittimi imbarcati….ATTENDO UNA VOSTRA RISPOSTA SPERO CHE NON TARDI AD ARRIVARE

    • Ciro Raiola Ciro Raiola scrive:

      EGREGIO AMICO,
      IN PRIMIS NOI SIAMO TUTTI ITALIANI. MI MERAVIGLIO CHE DICI CHE NON TROVI IMBARCO LI A LIVORNO, UNA CITTÀ PRETTAMENTE MARITTIMA. QUI A TORRE DEL GRECO CI SONO 105.000 MATRICOLE ISCRITTE ALLA GENTE DI MARE. SOLO IN CAMPANIA SE NE CONTANO 675.000 MATRICOLE IN TUTTA ITALIA SE NE CONTANO CIRCA 1.000.000(MATRICOLE ATTIVE E PASSIVE) COME VEDI è UN NUMERO ALTISSIMO DI PERSONE. NOI AUSPICHIAMO CHE VENGA APPLICATO IL DECRETO LEGGE (MARE BONUS) DOVE SULLE NAVI CHE FANNO CABOTAGGIO NELLE ACQUE NAZIONALI, IMBARCANO PERSONALE ITALIANO E/O COMUNITARIO, IN MODO CHE CI Sarà UN SICURO SBOCCO PER IL LAVORO ITALIANO.

      TI RINGRAZIO E TI SALUTO

Lascia un commento

Firma la petizione di Vincenzo Onorato

NUMERO DI ISCRITTI 3196

Marittimi, l’intervista esclusiva all’armatore Vincenzo Onorato

link News e informazione

vimeo tvcity
tvcity
banner
banner
banner

Qr-code Mappa come raggiungerci

qrickit