Menu

Ministro Delrio dai le Dimissioni

                                                                                                   VIVA L’ITALIA E GLI ITALIANI !!!!

Caro Ministro, ma lei si sente a favore del popolo o a favore degli imprenditori? ci faccia capire, lei ha preso per culo le migliaia di lavoratori marittimi italiani che aspettavano l’applicazione della “COCIANCIH” e che oggi resta ancora una meteora. Ma noi ci domandiamo, questo governo è un governo di sinistra o di imprenditori faccendieri. Questo governo che ha fatto promesse sventolando bandiere a destra e a sinistra per l’occupazione e dopo che finalmente una ventata di nuovo emergeva dall’orizzonte, oggi novembre 2017 siamo ancora a protestare per una legge approvata dalle camere e dall’Europa, ma che rimane ancora inapplicata. Ma a che scherzo giochiamo, stiamo forse in completa campagna elettorale?, c’è lo dica caro ministro poiché noi siamo stufi. È giunto il tempo per i Marittimi di far sentire ancora una volta la loro voce e questa volta lo faranno con tutta la rabbia che hanno in corpo, perché sono stufi della strafottenza e l’arroganza di voi politici di ………….. Se il 3 maggio abbiamo portato in piazza a Roma, davanti al palazzo della CONFITARMA, circa 3500 persone, ci organizzeremo per portarne il triplo a Roma sotto il Ministero dei Trasporti dove lei emerito “politico di turno” ci deve dare assolutamente delle spiegazioni. Abbiamo fino ad oggi dimostrato all’Italia intera che la forza della nostra associazione è rappresentata dai tantissimi marittimi ormai stanchi delle promesse ricevute e stufi di vedere che lo stato italiano continua nel suo modo schifoso di prendere per culo la gente. Alla faccia della Sinistra Italianala siete solo dei venduti come i vostri complici, i sindacati confederali che nulla dicono e nulla vogliono fare, siete solo dei grandi disonesti.Ricordiamo a tutti che noi prima di buttare fango siamo documentati su quello che enunciamo, la Commissione Europea ha dato già da tempo il via libera definitivo, al decreto legge per le autostrade del mare, i famosi incentivi “MARE BONUS” istituiti per rilanciare l’intermodalità del settore dei trasporti. Infatti, a favore dell’intermodalità Marittima, la legge di stabilità ha previsto di stanziare 45 milioni di euro per il 2016, 44 per il 2017 e 49 per il 2018. Tali incentivi sono però destinati solo alle società armatoriali che imbarcano personale italiano e/o comunitario. La legge doveva essere già applicata nel triennio 2016/2018 ma, la “CONFITARMA”, con alcuni politici di favore, l’ha fatta slittare di un anno con conseguente posticipo degli stanziamenti nel triennio 2017/2019 e penalizzazione dei Marittimi Italiani che già l’anno scorso avrebbero potuto usufruire degli incrementi occupazionali che l’erogazione di tali incentivi avrebbe comportato.

SE TALE LEGGE VERRA’ APPLICATA CI SARANNO MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO COME DOBBIAMO ENUNCIARLO CARO MINISTRO, LE ABBIAMO CHIESTO IL MESE SCORSO UN INCONTRO CHE NON ABBIAMO MAI AVUTO RISPOSTA. LEI EGREGIO MINISTRO E COME GLI ALTRI, MA NON E’ COLPA SUA POICHE’ NON CAPISCE NIENTE DI MARE, MA LA COSA CHE CI LASCIA PERPLESSI SE LEI SIGNOR MINISTRO SIA ITALIANO !!! 

No comments

Lascia un commento

Firma la petizione di Vincenzo Onorato

NUMERO DI ISCRITTI 3196

Marittimi, l’intervista esclusiva all’armatore Vincenzo Onorato

link News e informazione

vimeo tvcity
tvcity
banner
banner
banner

Qr-code Mappa come raggiungerci

qrickit